Lunedì di primavera: conosci il tuo BMI?

Oggi la sana alimentazione va a braccetto con la matematica!

Vorrei farvi fare un po’ di conti, fornendovi uno strumento di autovalutazione del peso corporeo.

Vi invito a fermarvi 5 minuti per prendere consapevolezza sull’importanza del vostro peso.

Anche se presenta diversi limiti, ad oggi l’Indice di Massa Corporea (IMC) o Body Mass Index (BMI), rappresenta uno strumento semplice e veloce per una rapida stima dello stato ponderale.

L’INDICE DI MASSA CORPOREA pone in relazione il peso con l’altezza:

IMC = Peso (kg) / Altezza al quadrato (m2)

Il valore ottenuto si colloca in una scala così suddivisa:

BMI
< 18.5Sottopeso
Da 18.5 a 24.9Normopeso
Da 25 a 29.9Sovrappeso
Da 30 a 34.9Obesità lieve: I Classe
Da 35 a 39.9Obesità moderata II Classe
> 40Obesità grave

I valori di riferimento per il normopeso non corrispondono a parametri estetici, ma hanno una correlazione con il tasso di mortalità. Infatti, mantenere il peso corporeo nei livelli di norma
riduce il rischio di malattie croniche.

E’ importante avere la consapevolezza del proprio stato ponderale perché questo è il primo passo verso la cura di se stessi.

“La diffusione dell’obesità ha raggiunto dimensioni epidemiche e costituisce uno dei maggiori problemi di salute pubblica a livello mondiale, giustificando la necessità di intraprendere interventi urgenti e incisivi di prevenzione e promozione della salute. Per agire efficacemente contro sovrappeso e obesità sono necessarie politiche intersettoriali che tengano conto di tutti i determinanti socio-culturali, ambientali, relazionali ed emotivi che influenzano le abitudini alimentari e lo stile di vita, con l’obiettivo di creare le condizioni per favorire scelte alimentari nutrizionalmente corrette, nonché di promuovere uno stile di vita attivo fin dall’infanzia”.

Queste sono le parole del dott. Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, tratte dalla prefazione al Sistema di sorveglianza Okkio alla salute, risultati 2016.

Okkio alla SALUTE è un sistema di sorveglianza sul sovrappeso e l’obesità nei bambini delle scuole primarie (6-10 anni) e i fattori di rischio correlati. Descrive la variabilità geografica e l’andamento nel tempo dello stato ponderale della popolazione infantile, con l’obiettivo di rendere consapevoli i bambini e le loro famiglie sull’importanza di una sana alimentazione e di uno stile di vita attivo.

Credo che sia davvero importante iniziare fin da piccoli a parlare di buona alimentazione e come sempre la famiglia, anche in questo, ha un ruolo centrale.