8 Marzo: un’alimentazione tutta al femminile

L’alimentazione varia nelle diverse fasi della vita di una donna. Questo dipende dai suoi bisogni energetici e dalle necessità di un corpo che è in continua evoluzione.

L’ADOLESCENTE

E’ bene iniziare fin da giovani a prendersi cura del proprio corpo. Il Ministero della Salute, asserisce che l’alimentazione corretta è importante fin dall’adolescenza, periodo caratterizzato da profondi cambiamenti fisici, psichici e comportamentali. In questa fase della vita aumenta il fabbisogno di energia e di alcuni nutrienti (come ferro, calcio e vitamine); l’alimentazione deve essere in grado di apportare tutto ciò che è necessario per l’accrescimento. Una corretta alimentazione riveste quindi un’importanza fondamentale per il completo benessere di una giovane donna, per cui la cura dell’aspetto fisico assume un ruolo fondamentale. Ci si imbatte nella voglia di fare una dieta per assomigliare a modelli televisivi, il desiderio di essere più magra, seguire diete fai-da-te, magari su consiglio di un’amica, di riviste o internet. Ecco quindi che l’educazione alimentare della giovane donna adolescente dovrebbe essere volta, più che alla prescrizione di tabelle dietetiche, spesso inascoltate, a stimolare comportamenti corretti.

LA DONNA IN ETA’ FERTILE

Ciò che mangiamo influenza anche la fertilità e la gravidanza. Se si desidera concepire un figlio è molto importante mantenere il peso forma, perché sia il peso in eccesso che l’estrema magrezza hanno un effetto negativo sulla fertilità. La dieta mediterranea è molto ricca di antiossidanti, che proteggono gli ovuli (e spermatozoi) dall’attacco di agenti infettivi e sostanze inquinanti.
Una corretta alimentazione, già a partire dal periodo pre-concezionale, aiuta a portare avanti la gravidanza nel migliore dei modi, e riduce il rischio di parto pretermine, diabete gestazionale, e anche il feto ne trae beneficio.

LA MENOPAUSA
Nel corso della menopausa si verifica spesso un aumento di peso e una diversa distribuzione del grasso corporeo, che si accumula soprattutto a livello addominale. Per mantenere sotto controllo il peso, è importante ridurre il numero di calorie quotidiane, facendo comunque in modo che l’alimentazione sia varia e comprenda tutti i gruppi alimentari principali. Il principio guida deve essere la varietà con moderazione, riducendo i grassi, i cibi troppo salati, privilegiando gli alimenti integrali ricchi di fibra alimentare, la frutta e la verdura e l’olio extravergine d’oliva.

Sul sito del Ministero della Salute è possibile scaricare del materiale informativo sul tema.

donna&alimentazione

opuscolo salute donna